Servizi Immobiliari

Di cosa mi occupo

Agente immobiliare e consulente per edilizia e ristrutturazioni/valorizzazioni

Richiedi un appuntamento, sarò felice di lavorare alla soluzione Contattami

Vuoi far parte del team ?

Vieni a conoscere i colleghi. Guarda come lavoriamo. Unisciti al gruppo

Contatttami

Il Blog

Outstanding Blog

articoli di approfondimento che ritengo possano essere utili

durezza acqua ed effetti sulla salute uomo che beve

Effetti della durezza dell’acqua sulla salute

La durezza dell’acqua può avere alcuni effetti sulla salute umana, sebbene non siano generalmente gravi. Ecco alcuni aspetti da considerare:

  1. Assorbimento di minerali: L’acqua dura, ricca di calcio e magnesio, può contribuire all’apporto di questi minerali nell’organismo. Tuttavia, la quantità di minerali assorbiti dall’acqua è solitamente minima rispetto all’apporto alimentare complessivo.
  2. Calcoli renali: Alcuni studi suggeriscono che l’acqua dura potrebbe essere correlata a un aumento del rischio di calcoli renali. Questo è dovuto alla presenza di calcio e magnesio, che possono precipitare nei reni e formare calcoli. Tuttavia, altri fattori come la dieta e la predisposizione genetica giocano un ruolo più significativo nella formazione dei calcoli renali.
  3. Effetti sulla pelle: L’acqua dura può influenzare la pelle. Ad esempio, può rendere la pelle più secca e meno idratata. Tuttavia, questo effetto varia da persona a persona.
  4. Effetti sui capelli: L’acqua dura può rendere i capelli più secchi e opachi. Il calcio e il magnesio possono depositarsi sui capelli, rendendoli meno lucenti. L’uso di shampoo e balsami specifici può aiutare a mitigare questo effetto.
  5. Effetti sulla pulizia domestica: L’acqua dura può influenzare l’efficacia dei detergenti e dei saponi. Può causare la formazione di residui di sapone e calcare su superfici e stoviglie. L’uso di addolcitori d’acqua o detergenti specifici può aiutare a risolvere questo problema.
  6. Effetti sulla salute cardiovascolare: Alcuni studi hanno suggerito una possibile correlazione tra l’acqua dura e un rischio leggermente aumentato di malattie cardiovascolari. Tuttavia, la ricerca in questo campo è ancora controversa e non ci sono evidenze conclusive.

In generale, la durezza dell’acqua non è un fattore di rischio significativo per la salute. Tuttavia, se hai preoccupazioni specifiche o se noti effetti negativi, consulta un medico o un esperto per valutare la tua situazione specifica.

Ricorda che la durezza dell’acqua è una questione di equilibrio. Troppo morbida o troppo dura, entrambe possono avere effetti indesiderati. Cerca di trovare un compromesso che sia adatto alle tue esigenze e alla salute dei tuoi elettrodomestici.

rubinetto casa con acqua per durezza

Durezza dell’acqua di casa

La durezza dell’acqua si riferisce alla quantità di ioni di calcio e magnesio disciolti nell’acqua.

L’acqua viene definita “dura” quando contiene una quantità elevata di questi minerali, mentre si definisce “morbida” in caso in cui contenga una quantità inferiore o nulla.

Questa caratteristica dell’acqua può influire significativamente sulla capacità di pulire, sulla reattività con i detergenti e sulla formazione di calcare.

Inoltre i minerali tendono a depositarsi sulle pareti della caldaia o di altri elementi di scambio termico, formando uno strato duro e incrostato (calcare) che ostruisce i tubi e non permette il normale passaggio dell’acqua.

La durezza dell’acqua varia da luogo a luogo e dipende dalle caratteristiche geologiche e geografiche della zona. In molti paesi, inclusi quelli europei, la durezza dell’acqua viene espressa in gradi francesi (°f) o in tedeschi (°dH). Ecco una tabella di riferimento basata sui gradi francesi:

Gradi francesi (°fH)Descrizione
0-12Molto morbida
12-25Morbida
25-37Moderatamente dura
37-50Dura
50-75Molto dura
>75Estremamente dura

Per conoscere la durezza dell’acqua nella tua zona, puoi contattare la società di gestione dell’acqua o l’ente locale competente.

La misurazione della durezza dell’acqua avviene attraverso un kit di test della durezza dell’acqua o tramite un’analisi chimica in laboratorio.

Il kit di test contiene un reagente che cambia colore in presenza di ioni di calcio e magnesio nell’acqua.

Per eseguire il test, si riempie un tubo di prova con una quantità specifica di acqua da testare, si aggiunge il reagente e si agita il tutto.

La durezza dell’acqua è un parametro fondamentale per la salute umana, ma valori elevati possono causare inconvenienti a tubature ed elettrodomestici a causa del deposito di calcare.

Per le piscine è utile determinare la durezza dell’acqua per poter dosare correttamente ed efficacemente cloro e pH, leggi qui il mio articolo di approfondimento

Come ridurre la durezza dell’acqua?

Per ridurre la durezza dell’acqua, puoi considerare alcune soluzioni:

  1. Addolcitori d’acqua: Gli addolcitori d’acqua sono dispositivi che rimuovono i minerali di calcio e magnesio dall’acqua. Funzionano scambiando gli ioni di calcio e magnesio con ioni di sodio attraverso resine speciali. Tieni presente che l’uso di addolcitori può aumentare il contenuto di sodio nell’acqua, quindi è importante monitorare attentamente la quantità di sodio introdotta.
  2. Filtrazione: Filtri specifici possono rimuovere parte dei minerali dall’acqua. Ad esempio, i filtri a scambio ionico o i filtri a carboni attivi possono aiutare a ridurre la durezza.
  3. Bollitura: Se hai bisogno di acqua per cucinare o per bevande calde, puoi bollirla. Durante l’ebollizione, i minerali precipiteranno e potrai rimuoverli successivamente.
  4. Acido citrico o aceto: Aggiungere acido citrico o aceto all’acqua può aiutare a sciogliere il calcare. Tuttavia, questa soluzione è più adatta per piccole quantità di acqua, come per la pulizia di elettrodomestici.
  5. Installazione di dispositivi anti-calcare: Questi dispositivi impediscono la formazione di calcare nei tubi e negli elettrodomestici. Funzionano attraverso campi magnetici o elettrici.
  6. Utilizzo di acqua distillata o demineralizzata: L’acqua distillata o demineralizzata è priva di minerali e quindi non contribuirà alla durezza.

Ricorda che la scelta della soluzione dipende dalle tue esigenze specifiche e dalla qualità dell’acqua nella tua zona. Consulta un esperto o un idraulico per determinare la soluzione migliore per la tua situazione .

Qui il riferimento del Ministero della Salute

Come richiedere una visura catastale per un immobile specifico

Per richiedere una visura catastale per un immobile specifico, hai diverse opzioni a tua disposizione:

  1. Online tramite l’Agenzia delle Entrate:
    • Accedi al servizio di Visura catastale telematica in area libera. Utilizzando questo servizio, puoi ottenere:
      • Visure attuali per soggetto.
      • Visure attuali o storiche di un immobile censito al Catasto Terreni o al Catasto Fabbricati.
      • La visura della mappa di una particella censita al Catasto Terreni.
      • Il pagamento online dei tributi speciali catastali e delle commissioni applicate.
      • Puoi anche consultare gratuitamente la rendita di un immobile di cui possiedi i dati catastali attraverso il servizio di Consultazione rendite catastali.
    • In area riservata, puoi accedere ai seguenti servizi:
      • Consultazione personale online:
        • Visura catastale attuale (con gli intestatari catastali) o storica (senza intestatari) per un immobile.
        • Visura della mappa con la rappresentazione della particella del Catasto Terreni.
        • Planimetria dell’unità immobiliare urbana.
        • Ispezione ipotecaria con elenco delle formalità riguardanti l’immobile e, se disponibile, il relativo titolo.
      • Risultanze catastali:
        • Trovi informazioni come i dati anagrafici dell’intestatario, gli identificativi catastali degli immobili e la rendita catastale (per i fabbricati) e i redditi dominicale e agrario (per i terreni).
      • Portale SISTER (previa registrazione e convenzione con l’Agenzia):
        • Consente l’accesso ai servizi di consultazione catastale e ipotecaria con pagamento online dei tributi speciali catastali o delle tasse ipotecarie.
  2. Presso gli sportelli degli Uffici provinciali – Territorio:
    • si possono richiedere visure catastali presso gli sportelli degli Uffici provinciali dove, oltre alla banca dati informatizzata, puoi accedere alla documentazione cartacea.
  3. Sportello Amico negli uffici postali:

Ricorda che la visura catastale fornisce informazioni importanti sull’immobile, come gli intestatari, la superficie, la rendita catastale e altri dettagli rilevanti. Leggi il mio articolo a riguardo.

Puoi anche rivolgerti ad un professionista abilitato che potrà assisterti.

error: Content is protected !!